Panettone e pizza da record. Riconoscimenti per Nardi e QBio

Lo storico chef Dovilio, fondatore di NipFood, premiato al Sigep di Rimini per il suo dolce natalizio. Il locale di piazzale della Vittoria ha ottenuto una doppia menzione sulla guida del Gambero Rosso.

Panettone e pizza da record. Riconoscimenti per Nardi e QBio
Panettone e pizza da record. Riconoscimenti per Nardi e QBio

di Maddalena de Franchis

Forlì nuova patria dei lievitati d’autore, dal panettone alla pizza? Sembra proprio di sì, a giudicare dagli ultimi riconoscimenti assegnati ad alcuni professionisti e attività del settore, tutti assai noti in città. A cominciare da Dovilio Nardi, ‘re dei pizzaioli’ e detentore di otto Guinness world record nell’ambito della ristorazione, nonché fondatore di NipFood, società di formazione e consulenza per operatori e aziende del settore alimentare, con sede proprio a Forlì.

All’ultima edizione del Sigep, il Salone internazionale della gelateria, panificazione e pasticceria artigianali, caffè e cioccolato, tenutosi a Rimini dal 20 al 24 gennaio, proprio Nardi ha ottenuto l’ambito premio ‘Panettone d’oro’, "per la professionalità e la maestria nella lavorazione dei grandi lievitati", si legge nella motivazione. Al Sigep, Nardi ha anche presentato i corsi dedicati agli operatori del settore ‘bakery’ (pane e pasticceria), in particolare quello sui nuovi impasti e sui nuovi sistemi di lavoro per pizzerie, ristoranti e pasticcerie, in programma per tutto il 2024 da NipFood.

Intanto, volgono al termine le riprese della terza stagione del noto contest ‘King of Pizza’, ideato a Forlì sempre dal ‘re dei pizzaioli’: il vincitore o vincitrice della finale si scoprirà, quest’anno, al teatro ‘Giuseppe Verdi’ di Forlimpopoli. Giudici del contest saranno, oltre a Dovilio Nardi, Daniele Bartocci, recentemente insignito del premio ‘100 eccellenze Italiane’ a Montecitorio, lo chef Antonio Sorrentino, l’imprenditore dei waferini e viennesi Gianni Babbi e gli chef Emilio Vattimo e Matteo Giannotte.

Ma le menzioni d’onore non finiscono qui: Gianluca Mondardini – imprenditore noto per aver fondato, nel 2010, la catena di gelaterie ‘Puro&bio’, ora estesa anche al di fuori dei confini romagnoli (con punti vendita, fra l’altro, nelle Marche e a Roma) – ha annunciato che la pizzeria di cui è titolare, QBio (a Forlì in piazzale della Vittoria) è stata inserita in due celebri classifiche, tra le più consultate dagli amanti della pizza gourmet. Da un lato, la guida ‘Pizzerie d’Italia 2024’, del magazine Gambero Rosso, pubblicata lo scorso autunno; dall’altro, la classifica online ’50 Top pizza’: in questo caso, pur non figurando tra le ‘Top 50’ italiane, QBio ha conquistato una segnalazione come ‘pizzeria eccellente’ per l’anno in corso, sia per la "farcia di buona qualità, equilibrata e varia, a seconda delle stagionalità", sia per l’originale proposta degli "estratti ottenuti da frutta bio, suggeriti come accompagnamento alle pizze". Il gusto da non perdere? Margherita extra, dicono i giudici: è anche uno dei piatti forti del locale, a base di polpa di pomodoro San Marzano, fior di latte, bufaline Dop e basilico.