Predappio, in consiglio la riforma Irpef

Al voto a Palazzo Varano nella seduta di giovedì prossimo il nuovo regolamento per passare subito da quattro a tre aliquote

Predappio, in consiglio la riforma Irpef
Predappio, in consiglio la riforma Irpef

Nella prossima seduta del consiglio comunale di Predappio, fissata per giovedì prossimo alle 20.30 a palazzo Varano, la giunta comunale proporrà l’approvazione di un nuovo regolamento che permetta, già dal 2024, l’applicazione della riforma delle aliquote Irpef anche all’addizionale comunale.

Spiega il sindaco Roberto Canali, anticipando l’illustrazione del punto numero 2 all’ordine del giorno: "Con questa proposta il Comune di Predappio si propone di fare la sua parte nell’alleggerire la pressione fiscale sulle famiglie". Come noto, il Governo Meloni ha ridotto gli scaglioni di aliquote Irpef da quattro a tre per l’annualità 2024, con il decreto legislativo numero 2016/2023. Agli enti locali è data la facoltà di rimodulare o meno le aliquote dell’addizionale comunale, adeguandosi ai tre nuovi scaglioni Irpef statali.

La proposta della giunta comunale di Predappio risponde, dunque, anche alla volontà di recepire la riforma quanto prima. "Il Comune – aggiunge il sindaco Canali – era già intervenuto in quest’ambito nel 2022, per alzare a 10.000 euro la soglia di esenzione".

Nessuna ricaduta negativa, comunque, sul budget di bilancio, a fronte dell’eventuale mancato introito. Assicura, infatti, Canali: "Dopo un’attenta valutazione delle finanze comunali e nel costante impegno per garantire il benessere della nostra comunità, l’amministrazione comunale esprime la volontà di lasciare nelle tasche dei cittadini oltre 30.000 euro per l’anno 2024. La cifra è ovviamente stimata, perché dipenderà dai redditi reali dell’anno in corso".

Quale sarà in tutta questa partita il ruolo dei cittadini? Risponde il sindaco Canali: "I contribuenti non dovranno compiere alcuna azione specifica per beneficiare di questa riduzione: l’abbassamento dell’addizionale Irpef sarà automaticamente applicato nei calcoli fiscali".

L’ordine del giorno prevede la discussione e l’approvazione (o la bocciatura) di altri argomenti, fra cui: variazioni di bilancio, presa d’atto del budget 2024-26 di Livia Tellus, rinnovo dell’adesione della convenzione quadro per l’esercizio del controllo analogo congiunto su Lepida. Vi sono anche altri due punti interessanti: l’approvazione della convenzione dell’ufficio unico di avvocatura per lo svolgimento di attività di consulenza legale, difesa e rappresentanza in giudizio, nonché l’acquisizione a titolo gratuito di aree di urbanizzazione primaria site in via Palazzole a Fiumana.