Ravenna, 28 ottobre 2018 – La chiusura della Ravegnana in seguito al crollo di giovedì, ha indubbiamente creato difficoltà alla viabilità in generale, e in particolare agli abitanti delle località che si trovano tra Ravenna e Forlì.

LEGGI ANCHE Ravegnana chiusa Ravenna, caos viabilità dopo la tragedia del ponte

RAVEGNANAG_34594153_132805

Per la chiusura della statale, il traffico proveniente da Ravenna viene dirottato all’altezza di Longana sulla strada provinciale 27, verso gli abitati di Madonna dell’Albero e San Bartolo. Per chi proviene dalla Statale 16 verso Forlì sulla strada provinciale 45, verso l’abitato di San Marco. A scopo precauzionale, visto l’incremento dei volumi di traffico sulla strada provinciale 45 ’Godo San Marco’, il ponte sul fiume Montone, posto all’altezza dell’incrocio con la strada provinciale 68 ‘Montone Abbandonato’, è stato oggetto di verifica da parte dei tecnici della Provincia.

Crollo ponte Ravenna, occhi puntati sulla frana. "Disastro annunciato"

Lungo la strada provinciale 68, possibile alternativa in direzione Ravenna, per permettere un miglior deflusso dei veicoli in entrambi i sensi di marcia, è stata modificata l’esistente ordinanza sui limiti di portata degli autocarri che passa da 30 a 3,5 tonnellate.

LEGGI ANCHE Crollo ponte Ravenna, morto un tecnico. Via all'inchiesta, incubo evacuazioni

In caso di elevati volumi di traffico, la polizia municipale impegnata con tutti gli uomini disponibili in questa delicata fase, «invita gli utenti della strada statale 67 diretti a Ravenna ad imboccare la strada provinciale 5 poco dopo l’abitato di Ghibullo. Gli autocarri di massa superiore ai 35 q.li possono proseguire per la sp 45 in direzione Godo, via Faentina.

E’ attivo il servizio di trasporto pubblico alternativo a servizio dei cittadini di Longana e Ghibullo. Le corse partiranno da Ghibullo con direzione Ravenna-piazza Caduti alle 7.08, 8.13, 9.58, 12.13, 15.48, 17.33; e da Ravenna-piazza Caduti con direzione Ghibullo alle 8.50, 11.00, 12.35, 13.25, 14.15, 16.25, 18.35.