Andrea Serrani
Andrea Serrani

Ancona, 2 dicembre 2021 - Il web continua ad offendere con insulti pesanti Andrea Serrani, il tifoso viola, 45enne, ristoratore a Chiaravalle, che sabato scorso ha molestato la giornalista Greta Beccaglia toccandole il sedere mentre si trovava a fare una diretta fuori dallo stadio Castellani di Empoli. Per i leoni da tastiera potrebbero arrivare presto delle denunce per il linciaggio mediatico a cui stanno sottoponendo Serrani. Dopo qualche intervista dove il ristoratore si è scusato per il gesto ora si è chiuso a riccio e a parlare adesso è il suo avvocato, con il quale si vede giornalmente per il da farsi sulla vicenda.

La compagna di Serrani: "Il mio Andrea è un burlone, non un violentatore" - Andrea Serrani, pioggia di insulti anche per il ristorante: "Non sono un mostro"

La famosa "palpata" di Andrea Serrani sabato scorso al termine di Empoli e Fiorentina

La fidanzata: "Adrea è un burlone, non un violentatore" Andrea Serrani e le molestie alla giornalista: "Ho fatto una cavolata, chiedo scusa"

L'avvocato: "Valutiamo se denunciare certe offese"

"Il gesto è stato un errore grave – ribadisce il legale Roberto Sabbatini – ma non da rovinare la vita in maniera irreversibile al mio assistito. Adesso valuteremo se denunciare chi fa certe offese. Il riferimento è ai commenti che stanno arrivando via social e non solo. Stanno superando ogni limite che va ridimensionato. Leggo che gli è stato dato del violentatore, non è accettabile. Gli è stato augurato di morire, di finire in carcere. Unica vittima di questa vicenda è la giornalista Beccaglia, a lei va il massimo rispetto per quanto fatto da Serrani, questo voglio ribadirlo. Senza voler minimizzare quanto accaduto, perché non è questa l’intenzione, la vicenda ha però assunto toni eccessivi". Su un possibile passo indietro da parte della giornalista, che ha già dichiarato di non voler ritirare la denuncia perché vuole andare avanti fino in fondo, la difesa di Serrani è scettica.

Il ristorante resta chiuso

"Queste intenzioni non ci sono – dice Sabbatini – non ci ha ricontattati nessuno ancora a noi. Lo accettiamo. Il ristorante? Per ora rimane chiuso, aprirà nel fine settimana. Il mio assistito è molto provato, sono giorni che non stacca un attimo, pensa sempre, non mangia. Il mio studio ha le truppe televisive fisse qua fuori. Anche dall’estero si stanno interessando della vicenda, il caso ormai non è più italiano, è diventato internazionale. Per questo ribadisco che va tutto ridimensionato". Serrani ha già dichiarato di essere "una persona normalissima che lavora e ha fatto tanti sacrifici per ottenere il sogno della vita, il ristorante" che ora rischia di finire in mezzo alla vicenda in maniera irreparabile.

"Non sono il mostro che sta dicendo tutta Italia"

Sullo schiaffo al fondoschiena della cronista di Toscana Tv il tifoso ha ha già detto di aver sbagliato, uno sbaglio che ora lo sta definendo, a suo dire, per quello che non è. "Non sono il mostro che sta dicendo tutta Italia – ha detto il ristoratore – non c’era malizia in quel gesto, passavo, non so cosa mi è preso, non mi sono mai permesso di alzare le mani su una donna, ho fatto uno sbaglio e sto pagando più di quello che penso di dover pagare".

Nasce gruppo facebook a difesa di Andrea Serrani

‘Le amiche e gli amici di Andrea’ è il gruppo facebook nato a sostegno di Andrea Serrani; una pagina formata da un gruppo di chiaravallesi che subito precisano: "Questo gruppo nasce perché siamo gli amici e le amiche di Andrea, contrari ad ogni forma di violenza sia nei confronti delle donne, dei bambini, degli uomini ed anche degli animali". 

Flash mob contro il linciaggio mediatico

Le sue amiche si stanno organizzando per una mega cena solidale "per mostrare a tutti come Andrea non sia un violento o un uomo che non rispetta le donne", da organizzare probabilmente di lunedì nel giorno di chiusura del locale. 

 

Il video