Ascoli, 19 settembre 2018 - A dieci giorni dal brutto gesto commesso a Misano, in occasione del Gran Premio di San Marino, nei confronti di Manzi, durante la gara della Moto2, si continua a parlare di Romano Fenati. Questa volta, però, dopo il licenziamento del suo team attuale e di quello futuro, dopo la sospensione della licenza da parte della federazione e dopo la decisione della mamma Sabrina di denunciare chi ha insultato la sua famiglia in questo periodo, è arrivata una notizia positiva.

LEGGI ANCHE Fenati parla dopo la follia: "Non volevo fare male a Manzi" - Fenati perdonato a Manzi

FENATIFOTOMONTAGGI_33611465_180657

La federazione internazionale, infatti, che l'ha incontrato ieri a Ginevra, ha deciso di non punirlo ulteriormente: restano le due gare di stop già decise dalla Stewards Panel dopo la gara di San Marino. Il pilota non ha voluto commentare l'esito dell'incontro, ma è trapelata un'indiscrezione molto importante: il 22enne sarebbe stato scelto come testimonial per uno spot mirato a sensibilizzare il mondo del motociclismo riguardo alla sicurezza in pista.

Intanto, anche con la licenza sospesa e senza squadra, Fenny potrebbe perfino tornare in pista a Motegi, in Giappone, il 21 ottobre, dopo aver scontato le due gare di squalifica. Sembra, infatti, che il 'gran capo' del motomondiale, Carmelo Ezpeleta, stia cercando un team all'italiano, anche considerando il fatto che in base al regolamento del campionato del mondo non è un requisito imprescindibile possedere la licenza della federazione italiana.

FENATI_OBJ_FOTO_33539023

Difficile, però, pensare che lo Snipers Team possa compiere un passo indietro, visto che ha già ingaggiato il ventenne di Andorra, Xaver Cardelus per il resto della stagione, ma non è escluso che qualche altro team possa decidere di rilanciare Romano.