Cesena, 14 maggio 2019 - Sta lentamente rientrando l'emergenza maltempo in Romagna dopo i problemi di ieri. Il fiume Savio (VIDEO), che è esondato (VIDEO), ha diminuito notevolmente la sua portata di acqua. E se ieri la linea ferroviaria tra Bologna e Rimini è stata interrotta tra Cesena e Faenza per tutto il giorno (fino alle 19.10) perché un viadotto è stato quasi sommerso dalla piena, la nottata in Romagna è stata tranquilla e la circolazione dei treni è rientrata lentamente alla normalità. 

A Cesena sono continuate fino alle 2 di notte le operazioni di sgombero detriti sotto le arcate del Ponte Nuovo dove una gru ha rimosso per 14 ore consecutive arbusti e materiale vario. Le operazioni di pulizia sono riprese alle 8 al Ponte nuovo,e nel pomeriggio è stato riaperto. La situazione è sotto controllo: il centro operativo comunale è ancora attivo per i sopralluoghi tecnici per allagamenti a opere pubbliche, poste ciclabili, parco dell'Ippodromo. 

Tutte le strade sono percorribili, compresa la Secante che è stata riaperta stamattina presto. Domani le scuole saranno aperte. 
 

AGGIORNAMENTO Danni per 1,5 milioni

image

La visita di Bonaccini

Alle 13,30 l'arrivo di Bonaccini (VIDEO): "Livelli di piena mai toccati - dice il governatore - ringrazio tutti per il lavoro. Chiederemo lo stato di emergenza nazionale. Qui ci si lamenta poco e ci si rimboccano sempre le maniche. Abbiamo chiesto aiuti economici ma se non arrivassero la Regione entrerà in campo con le proprie risorse".

Previsioni meteo: bollino da rosso ad arancione per mercoledì 15 maggio

false

LEGGI ANCHE Esondazioni in Romagna, la situazione aggiornata a Forlì - Ravenna - Modena

I sindaci di Cesena e Ravenna

"Ce la siamo vista brutta, ma per fortuna il peggio sembra passato - ha detto il sindaco di Cesena Paolo Lucchi -  solo poche settimane fa, un'interpellanza ci accusava di aver pulito gli argini dei fiumi con eccessiva furia, ieri abbiamo avuto la riprova che quelle operazioni sono state corrette, necessarie e hanno evitato il peggio, la manutenzione degli alvei ha permesso di evitare danni peggiori".

Tranquillo anche il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale: "Al momento - afferma - non si ravvisano criticità, ma siamo ancora in allerta rossa, dobbiamo mantenere la massima attenzione. Ieri ci sono stati dei momenti in cui abbiamo temuto una situazione molto peggiore. C'è stato un dispiegamento di forze eccezionale da parte di Regione, Protezione Civile e forze dell'ordine che ci hanno permesso di tenere monitorata la situazione. Anche da parte dei cittadini c'è stata molta collaborazione".

image