Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
19 dic 2021

Zona gialla, cosa cambia

Marche, Liguria, Veneto (ufficialmente) e la provincia autonoma di Trento raggiungono Friuli-Venezia Giulia, Calabria e Alto-Adige. Ecco le regole con la nuova colorazione

19 dic 2021
francesco moroni
Cronaca

Bologna, 20 dicembre 2021 - Da oggi anche le Marche e il Veneto (nonostante il governatore Zaia avesse già anticipato le misure a venerdì scorso), insieme a Liguria e alla provincia autonoma di Trento, passano ufficialmente in zona gialla. Raggiungono così le altre regioni in cui si sono già inasprite le misure per limitare la circolazione del Covid-19: Calabria, Friuli-Venezia Giulia e la provincia di Bolzano. Si salvano, nonostante gli ultimi numeri sulla pandemia non facciano ben sperare, Emilia Romagna e Lombardia.

Spostamenti in zona gialla e arancione: le regole - Genitori separati dal giudice per il vaccino al figlio. E intanto lui si contagia

Approfondisci:

Covid, Burioni: "Ora è un’infezione pediatrica"

Approfondisci:

Coronavirus Emilia Romagna 20 dicembre 2021, il bollettino covid di oggi: dati e contagi

Ecco cosa cambia con il passaggio in zona gialla
Ecco cosa cambia con il passaggio in zona gialla
Approfondisci:

Zona gialla, le nuove regole: domande e risposte

Approfondisci:

Zona arancione, quanto per manca per Veneto e Marche. I dati Emilia Romagna

Spostamenti

La possibilità di spostarsi verso altre regioni (o province autonome) con il proprio mezzo resta consentita con o senza Green pass

Attività sportiva, palestre e sci

Sono consentite tutte le attività sportive, di contatto e non, al chiuso e all'aperto. E' necessario esibire il Green pass 'base' per quelle al chiuso e lo stesso vale per l'accesso agli spogliatoi. In zona gialla è anche consentito andare a sciare: lo skipass viene rilasciato anche con il semplice Green pass 'base' (quindi non con l'obbligo del certificato vaccinale) e consente, anche in via non esclusiva, l’accesso a funivie, cabinovie e seggiovie.

Scuola, università, concorsi pubblici 

Scuole di primo e secondo grado e università restano aperte e in presenza, al 100%. In università l'ingresso è consentito solo con Green pass (basta il 'base'). I concorsi pubblici restano in presenza, ma per accedere è necessario avere la certificazione verde: basta la versione 'base'. 

Bar e ristoranti, negozi

Con il Super Green pass si può consumare al ristorante (o al bar), sia al chiuso sia all'aperto. Senza il pass 'rafforzato' la consumazione è possibile solo all'aperto, mentre nei ristoranti degli hotel (riservati agli ospiti della struttura) è sufficiente il la certificazione 'base' . Dacade il limite delle 4 persone al tavolo che sarebbe scattato nella 'vecchia' zona gialla, così come non sono più previsti limiti di orari per bar e ristoranti che restano quindi aperti anche di sera. 

Restano aperti i negozi senza restrizioni, anche nei weekend: l'accesso è consentito senza alcun pass. 

Teatro, cinema, discoteca, concerti con Super Green pass; musei e mostre no

E' possibile andare a teatro, al cinema, in discoteca o prendere parte a concerti al chiuso, ma solo con la certificazione verde 'rafforzata'. La capienza resta al 100%. 

Per accedere a musei e mostre, invece, è sufficiente avere il Green pass 'base'. Resta libero l'accesso a centri sociali, culturali e ricreativi: al chiuso è necessario esibire il Green pass 'base'

Stadi, sale giochi, centri scommesse

L'accesso a stadi e palazzetti è consentito solo con il Super Green pass. La capienza è al 60% al chiuso e al 75% all'aperto.

Restano aperte sale scommesse, bingo e casinò:
 si può accedere anche con Green pass 'base' (o 'rafforzato').

Centri benessere, parrucchieri, terme

Alle terme si può accedere esibendo la certificazione 'base'. Fanno eccezione i livelli essenziali di assistenza e le attività riabilitative o terapeutiche, per cui non è necessario alcun pass. Parrucchieri, barbieri e centri estetici restano aperti senza alcun vincolo.

Mascherine obbligatiorie

Torna l'obbliggo di indossare la mascherina, indipendentemente dalle ordinanze già in vigore in alcune città: in zona gialla è obbligatoria sempre, anche all'esterno.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?