Bologna 23 luglio 2021 - Sono 474 i nuovi casi covid in regione su 21.511 tamponi eseguiti, ma l'Emilia-Romagna rimane in zona bianca per un'altra settimana. Ma nessun decesso fortunatamente, mentre scendono sotto i dieci i ricoveri in terapia intensiva. Il 97% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L'età media nei nuovi positivi è di 30 anni. Dati comunque in cresvcita rispetto a ieri (447 contagi).

Coronavirus: bollettino del 23 luglio 2021. I contagi in Emilia Romagna

Monitoraggio di Iss e Ministero della Salute

Sono stati intanto pubblicati in mattinata i dati del nuovo monitoraggio prodotto da Iss e Ministero della Salute. In Emilia-Romagna l'incidenza dei contagi sale a 45 casi ogni 100mila abitanti e anche l'indice Rt, che misura la diffusione del virus, sale a 1,35, in netta crescita rispetto allo 0,87 della scorsa settimana. Il tasso delle ospedalizzazioni nell'intera regione rimane comunque ben al di sotto delle soglie stabilite ieri con il nuovo decreto dal governo. Il tasso di occupazione delle terapie intensive in Emilia-Romagna è infatti del 2%, come anche il tasso di occupazione delle aree mediche. Questi valori dunque non preoccupano, poiché la soglie da superare per entrare in zona gialla sono le seguenti: 10% di occupazione dei reparti di terapia intensiva e 15% delle altre aree mediche

Colori regioni: Emilia Romagna, Marche e Veneto rimangono in zona bianca / Green pass, Bonaccini: "Le discoteche andavano riaperte"

A proposito del Green pass e delle nuove regole approvate dal Governo, ha parlato anche il sindaco di Bologna Viriginio Merola. "In città c'è già un effetto Green pass, perché l'Ausl nella sola giornata di ieri ha registrato ben 3.550 nuove prenotazioni di cittadini che vogliono sottoporsi al vaccino", ha detto il primo cittadino. Riguardo proprio la campagna vaccinale, è intervenuto anche il direttore generale dell'Azienda sanitaria bolognese Paolo Bordon: "Da stanotte saranno disponibili 15mila nuovi positi liberi per la vaccinazione negli hub di Bologna. Chi si prenoterà potrà vaccinarsi a partire da mercoledì prossimo".

L'indice Rt dell'Emilia Romagna è salito a 1,35

Covid Italia, indice Rt sale a 1.26 ma nessuna regione passa in zona gialla - Sanitari no-vax Modena: partite le prime sospensioni "Lettere a tre medici"

Coronavirus Emilia Romagna oggi, i dati del 23 luglio 2021

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 390.389 casi di positività, 474 in più rispetto a ierisu un totale di 21.511 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2,2%. La situazione dei contagi nelle province vede in testa Rimini con 78 nuovi casi, seguita da Bologna (76) e Piacenza (56); poi Modena (50), Reggio Emilia (47), Parma (46), Ravenna (31), Ferrara (25). Quindi Cesena (29) e Forlì (24) e il Circondario Imolese (24).

Coronavirus Italia oggi, i dati del 23 luglio 2021

A livello nazionale, nella giornata di ieri sono stati 5.057 i nuovi casi di coronavirus (mercoledì erano stati 4.259), a fronte di 219.778 tamponi. Il tasso di positività è salito al 2,3% (mercoledì era all'1,8%). I decessi sono 15 (ieri 21). Non è migliorata la situazione negli ospedali, dato che si sono registrati 38 ricoveri in più. La regione che ieri ha registrato più casi è il Veneto (+819), seguito poi dal Lazio (792) e dalla Sicilia (520).

Nessun decesso oggi in Emilia Romagna

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione restano quindi 13.272.

Ricoveri in calo Emilia Romagna

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 9 (-3 rispetto a ieri), 144 quelli negli altri reparti Covid (+5). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 1 a Piacenza (-2 rispetto a ieri), 2 a Modena (-1), 5 a Bologna (+1), 1 a Ferrara (numero invariato). Nessun ricovero a Imola, Ravenna, Forlì, Rimini e a Reggio Emilia, dove ieri ne era stato registrato 1.

​Sintomatici e asintomatici in Emilia Romagna

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 24.041 a Piacenza (+56 rispetto a ieri, di cui 33 sintomatici), 28.983 a Parma (+46, di cui 22 sintomatici), 47.482 a Reggio Emilia (+47, di cui 46 sintomatici), 66.161 a Modena (+50, di cui 43 sintomatici), 82.931 a Bologna (+76, di cui 67 sintomatici), 12.739 casi a Imola (+12, di cui 11 sintomatici), 23.349 a Ferrara (+25, di cui 15 sintomatici), 30.744 a Ravenna (+31, di cui  27 sintomatici), 17.208 a Forlì (+24, di cui 22 sintomatici), 19.874 a Cesena (+29, di cui  24 sintomatici) e 36.877 a Rimini (+78, di cui 48 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, è stato eliminato 1 caso, positivo a test antigenico ma non confermato dal tampone molecolare.

Dei nuovi contagiati, 116 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 156 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 192 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. Sui 116 asintomatici, 65 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 29attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 4 con gli screening sierologici, 3 tramite i test pre-ricovero. Per 15 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Guariti e casi attivi in Emilia Romagna

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 78 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 373.211. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 3.906 (+396 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 3.753 (+394), il 97% del totale dei casi attivi.

Vaccinazioni in Emilia Romagna: boom di prenotazioni

Impennata nelle prenotazioni per il vaccino anti-Covid in tutta l’Emilia-Romagna. Dopo le notizie prima sul possibile utilizzo e poi sulla decisione ieri da parte del Governo di introdurre il Green pass – a partire dal 6 agosto – per lo svolgimento di molte attività, dall’accesso a musei e mostre alla presenza a eventi sportivi fino alla consumazione nei bar e ristoranti al chiuso. In poco più di quattro giorni, da lunedì scorso alla mattina di oggi, infatti, sono state oltre 77mila le nuove prenotazioni ricevute dalle Aziende sanitarie: 5.873 nel territorio della Asl di Piacenza, 6.875 a Parma, 6.537 a Reggio Emilia, 9.608 a Modena, 17.583 a Bologna, 1.753 a Imola, 3.746 a Ferrara e 25.969 nei territori di competenza dell’Asl Romagna.

Un totale quindi di 77.944 prenotazioni in poco più di quattro giorni: di queste, in particolare, 14.499 sono arrivate dalla fascia di età 12-19 e 4.745 dai 60-69enni, due fasce di età per cui le Asl hanno lanciato o stanno per lanciare iniziative ad hoc, come la vaccinazione sui camper nei mercati o in spiaggia.

“Qualunque sia il motivo, per noi ogni prenotazione in più è una buona notizia - afferma l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini-. Sicuramente ha influito la notizia del Green pass e delle limitazioni che saranno imposte a chi non lo ha a disposizione, ma io voglio credere ci sia stata anche una risposta di responsabilità da parte di tanti emiliano-romagnoli- continua l’assessore - che in questi ultimi giorni hanno visto purtroppo aumentare i contagi. E non bisogna sottovalutare le campagne di sensibilizzazione delle aziende sanitarie”.

Per fare un esempio della significatività degli aumenti delle prenotazioni, a cui oltre all’annuncio del Green pass concorrono anche le campagne di sensibilizzazione delle aziende, a Modena e provincia le prenotazioni nel periodo dal 12 al 15 luglio erano state 5.656 mentre negli stessi giorni della settimana successiva, quindi dal 19 al 22, sono arrivate 9.608 richieste: un aumento del 69,9%. A rendere evidente l’effetto Green pass, un dato che arriva dalla Asl Romagna: nelle prime ore di venerdì 16 luglio le prenotazioni erano state circa 1.600, da mezzanotte alle 3 di oggi, venerdì 23 luglio, il numero è più che triplicato, arrivando a 5.057.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 4.738.641 dosi; sul totale, 2.112.010 sono le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Green pass, Bonaccini: "Bene le nuove regole ma le discoteche andavano riaperte"

In merito al nuovo decreto varato ieri dal Governo, è intervenuto il Presidente della regione Stefano Bonaccini. "Sono soddisfatto delle misure per quanto riguarda il Green pass e ho apprezzato le parole di Draghi sui vaccini. Occorre che tutti si immunizzino", ha deto il governatore. Il quale ha espresso delusione per quanto riguarda la mancata riapertura delle discoteche. "Andavano riaperte. Io lo auspicavo da tempo e ora temo che molte attività provate dalla pandemia siano costrette a chiudere". L'altro problema secondo il presidente è quello delle feste private incontrollate, che rischierebbero di diventare nuova fonte di contagio. 

Covid: le ultime notizie

Colori regioni: Emilia Romagna, Veneto e Marche restano in zona bianca

Green pass e nuovo decreto: cosa cambia in Emilia Romagna, Marche e Veneto

Sanitari no vax Modena: partite le prime sospensioni "Lettere a tre medici"

Green pass Emilia Romagna, Bonaccini: "Riaprire le discoteche"

Green Pass, ok al nuovo decreto Covid: le ultime notizie. Il testo: bozza finale in Pdf

Il bollettino Covid di oggi: dati Coronavirus Italia e regioni del 23 luglio