Sassuolo, 17 novembre 2021 - Ha sterminato tutta la sua famiglia a coltellate per poi uccidersi. Le vittime sono una mamma sassolese di 43 anni e i suoi due bambini di 5 e 2 anni. Sotto ai colpi dei fendenti è morta anche la mamma di lei, 64 anni. Stati trovati tutti senza vita, in una scena che anche i poliziotti più esperti hanno faticato a reggere. La scoperta è avvenuta nel pomeriggio in un appartamento al civico 28 di via Manin a Sassuolopaese sulle prima colline di Modena, famoso per il distretto ceramico.

L'aggiornamento Strage a Sassuolo: uccide la compagna Elisa Mulas, i bimbi e la suocera e si ammazza

A ucciderli tutti - questa la prima ricostrizione degli investigatori - è stato il padre di famiglia, un uomo di origine tunisina di 38 anni, che si è poi tolto la vita. A fare scoprire l'immane tragedia è stata una ragazzina di 11 anni, figlia di una precente relazione della donna che viveva con la mamma e quel suo nuovo compagno: quando nessuno si è presentato a prendere la ragazzina a scuola e nessuno ha risposto alle telefonate dell'istituto, si è capito che era successo qualcosa di grave. E così le forze dell'ordine si sono presentate n via Manin. 

IL COMMENTO / Il male oscuro degli affetti che si trasformano in violenza e morte - di Beppe Boni

false

"Ti ammazzo"

Pochi i particolari che trapelano: quasi certamente l'uomo ha usato un grosso coltello per compiere la strage: non è ancora chiaro se abbia usato la stessa arma contro sé stesso. La polizia scientifica ha raccolto tutti i rilievi possibili per ricostruire il pomeriggio di follia. Secondo quanto riferito da un'amica della vittima, la donna uccisa le aveva fatto ascoltare un audio registrato col suo telefonino nel quale il compagno la minacciava di morte. Ciò sarebbe avvenuto circa due settimane fa.

Lui, lei e i bambini

Lui, magrebino da anni a Sassuolo, era ben integrato: lavorava in un supermercato della zona e abitava con una donna italiana, la madre dei suoi due figli, che invece era impiegata come donna delle pulizia in città. Ci sono pochi punti chiari, ma non sembra che la coppia avesse problemi di soldi. I due bambini uccisi erano nati dalla loro unione, mentre l'unica sopravvissuta, la ragazzina di 11 anni, era figlia soltanto della donna e frutto di una precendente relazione.

Il precedente

Proprio ieri si è consumato un altro omicidio tra le mura familiari, a Modena: un uomo di 48 anni, Carlo Evangelisti, ha ucciso la madre Milena Calanchi, 71 anni. In questo caso, però, l'omicida non ha pensato di togliersi la vita, anzi. Dopo avere commesso il delitto è andato al solito bar dove ha confessato quello che aveva fatto a un amico, che ha subito chiamato il 113. Ma per la donna non c'era più nulla da fare. Evangelisti, passato e presente funestati dalla dipendenza di alcol, è stato arrestato. I vicini, che hanno assistito a decine di liti violentissime, continuano a ripetere. una tragedia annunciata, poteva essere salvata".

Notizia in aggiornamento

La mappa