Bologna, 7 maggio 2021 – Lotta al coronavirus: l’Italia si tinge sempre più di giallo e in Emilia Romagna non ci sono state sorprese:dopo la riunione della cabina di regia del ministero della Salute-Istituto superiore di sanità per il monitoraggio settimanale e per l’assegnazione dei colori alle regioni, per l'Emilia Romagna è arrivata la conferma del livello moderato di restrizioni anche per la settimana dal 10 maggio: ristoranti, bar e negozi aperti (con l’eccezione dei centri commerciali nei weekend), mobilità tra comuni e verso altre regioni in zona gialla libera.

Nessuna regione è in area rossa. Sono in zona arancione Sicilia, Sardegna e Valle d'Aosta. Tutte le altre regioni e province autonome sono in area gialla.

Rt Italia e delle regioni  - Covid, l'ultimo bollettino dell' Emilia Romagna - Spiagge Covid free in Emilia Romagna? Bonaccini: "Pronti a parlarne"

L'Emilia Romagna attende la conferma della zona gialla

Indice Rt in crescita: 0,92

Numero di guariti in costante incremento, ricoveri in calo e l’andamento della campagna vaccinale costituiscono fattori confortanti, anche se un piccolo campanello d’allarme c’è. “L’indice Rt è sotto l’1, quota di livello di guardia, ma sta crescendo”, ha sottolineato l’assessore regionale alle Politiche per la salute Raffaele Donini. La scorsa settimana era risalito era a 0,81, ora è 0,92 soprattutto per effetto della comparsa di alcuni focolai nelle scuole (qui il report settimanale). Una dinamica confermata anche dalla Fondazione Gimbe che evidenzia come nella settimana dal 28 aprile al 4 maggio – a livello nazionale e non solo in Emilia Romagna – si sia “registrata la riduzione di nuovi casi e decessi, con una minore pressione sugli ospedali. Ma s’intravedono precoci segnali di aumento della circolazione del virus tra cui il rialzo dei contagi in età scolare”.

Incidenza in calo

Continua a scendere l’incidenza dei nuovi casi di positività al virus, 126 su 100mila abitanti da Piacenza a Rimini. “Siamo lontani dalla soglia dei 250 – l’istantanea di Donini – e si stanno alleggerendo i reparti ospedalieri, sia quelli riservati ai pazienti Covid che, seppur più lentamente, le terapie intensive e subintensive. La fascia di incidenza più consistente è quella compresa tra 0 e 17 anni”.

image

Ricoveri sotto controllo

Sia il monitoraggio della Fondazione Gimbe (28 aprile-4 maggio) che i dati Agenas (aggiornati al 5 maggio) dicono che i posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti Covid-19 in regione sono il 27%. Per quanto riguarda le vaccinazioni, alle ore 15 di ieri erano state somministrate complessivamente oltre 1,8 milioni di dosi sul con 615mila persone che hanno completato il ciclo vaccinale (prima e seconda dose).

Covid: le ultime notizie

Zona gialla oggi: confermata anche nelle Marche

Vaccini Covid per over 50, Figliuolo: "Dal 10 maggio via alle prenotazioni"

Riapertura centri commerciali. Protesta l'11 maggio: "No alla chiusura nel weekend"

Zona gialla e arancione: colori delle regioni, chi può cambiare. Le ultime notizie

Sputnik Light: ecco il vaccino Covid monodose della Russia

Astrazeneca: a chi è destinato il vaccino. Le raccomandazioni sulla seconda dose

Covid, Von der Leyen: "Campagna di vaccinazione Ue un successo"