Quotidiano Nazionale logo
22 gen 2022

Coronavirus oggi: dati Covid e contagi in Emilia Romagna 22 gennaio 2022. Il bollettino

Sono 17.887 i nuovi contagi, 29 i morti, tra cui una bambina di 12 anni con patologie pregresse. Tasso di positività del 23,6%. Terapie intensive -3, reparti ordinari +8. Casi attivi +10.016, guariti +7.842 

Bologna, 22 gennaio 2022 - Sono poco meno di 18mila (17.887) i nuovi casi di Covid registrati oggi dal bollettino dell'Emilia Romagna e comunicati al Ministero della Salute, a cui vanno aggiunti anche aggiunti 1.350 nuovi infetti registrati a Ferrara e provincia da ieri, che per un problema di rilevamento non è stato possibile caricare da parte della Ausl. I dati verranno recuperati nei prossimi giorni. Il totale complessivo odierno sarebbe quindi di 19.237 casi.

Approfondisci:

Covid oggi, il bollettino del 23 gennaio 2022 in Emilia Romagna. Dati contagi

I contagi comunicati al Ministero sono stati rilevati su 75.815 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 25.881 molecolari e 49.934 test antigenici rapidi. Il tasso di positività, ovvero la percentuale dei nuovi positivi sul numero di test fatti, è del 23,6%. Ieri gli infetti in regione erano 20.654 su oltre 79mila tamponi.

Sono invece 29 i morti Covid emiliano romagnoli registrati nell'ultimo bollettino, lo stesso numero di ieri, tra questi c'è anche una bambina riminese di 12 anni affetta da patologie pregresse. 

Covid: i contagi in Emilia Romagna del 22 gennaio 2022
Covid: i contagi in Emilia Romagna del 22 gennaio 2022
Approfondisci:

Covid Veneto, 22 gennaio. Rivoluzione tamponi: prenotati, gratis, in farmacia o dal medico

Approfondisci:

Bollettino Covid Marche oggi 22 gennaio 2022. Contagi

Dall'inizio della pandemia da Coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 913.835 casi di positività, i decessi complessivi sono invece 14.748.

Quanto ai ricoveri, i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 142 ( -3 rispetto a ieri, pari a -2,1%) l’età media è di 62,7 anni. Sul totale, 84 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 61,8 anni), il 59,1 %; 58 sono vaccinati con ciclo completo (età media 64,1 anni). 

Un dato che va rapportato al fatto che le persone over 12 vaccinate con ciclo completo in Emilia-Romagna sono quasi 3,7 milioni, circa 300mila quelle vaccinabili che ancora non lo hanno fatto: la percentuale di non vaccinati ricoverati in terapia intensiva è quindi molto più alta rispetto a chi si è vaccinato.

Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.467 (+8 rispetto a ieri, +0,3%), età media 69,8 anni.

Gli emiliano romagnoli guariti sono 7.842 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 540.937.

I casi attivi di infezione, cioè i malati effettivi seguiti dal servizio sanitario, sono 358.150 (+10.016). Il 99,3% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. 

Quarantena Covid, Sambri: "Positivi asintomatici 'liberi'? Pericoloso"

Tampone fai da te: l’autotest funziona. In tre giorni arrivano certificato e Green pass

Zona rossa e arancione, la rivoluzione: "Contare solo i ricoveri sintomatici"

Coronavirus in Italia. Dati e contagi

In Italia sono 171.263 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 179.106. Le vittime sono invece 333 mentre ieri erano state 373. 

In calo i ricoveri, 19.442 con sintomi (-43) e 1.676 in terapia intensiva (-31). Sono stati inoltre effettuati 1.043.649 tamponi per un indice di positività al 16,5% (ieri 16%).

La regione con il maggior numero di casi odierni è la Lombardia con 31.164 contagi, seguita da Veneto (+18.773), Emilia Romagna (+17.887), Lazio (+14.821) e Campania (+14.416). I casi totali salgono a 9.781.191. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 148.756 (ieri 171.565) per un totale di 6.913.946, mentre gli attualmente positivi crescono di 28.246 unità (ieri +13.662) arrivando al picco di 2.723.949. Di questi, 2.702.831 pazienti sono in isolamento domiciliare. 

Bollettino Covid Emilia Romagna 22 gennaio 2022
Bollettino Covid Emilia Romagna 22 gennaio 2022

Contagi per provincia in Emilia Romagna

La mappa dei contagi nelle province vede Bologna con 3.443 nuovi casi (su un totale dall’inizio dell’epidemia di 184.273) più ), il Circondario Imolese (595 su 28.486); a seguire Modena (3.321 su 145.552), Reggio Emilia (2.176 su 100.557), Forlì Cesena (2. 023 su 95.461, di cui Forlì 1.053 su 43.120 e Cesena 970 su 52.341), Ravenna (1.952 su 83.314), Rimini (1.706 su 93.601), Parma (1.598 su 73.055).  Seguono Piacenza (1.010 su 52.613) e Ferrara con 63 nuovi casi (vanno però considerati i 1.350 non comunicati al ministero della Salute e recuperati nei prossimi giorni), su un totale da inizio epidemia di 56.923. 

L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 34,9 anni.

Morti Covid in Emilia Romagna

Il bollettino di oggi registra 29 morti emiliano romagnoli connessi alla pandemia da Covid:

2 in provincia di Piacenza (un uomo e una donna entrambi di 97 anni)
2 in provincia di Parma (due donne di 85 e 76  anni)
3 in provincia di Reggio Emilia (due uomini di 96 e 82 anni, una donna di 80 anni)
1 in provincia di Modena (un uomo di 80 anni)
5 in provincia di Bologna (tre uomini di 92, 91 e 79 anni, due donne di 91 e 89 anni)
2 in provincia di Ferrara (due donne di 92 e 71 anni)
4 in provincia di Ravenna (un uomo di 95 anni e tre donne di 98,96 e 87 anni)
6 in provincia di Forlì-Cesena (tre uomini di 97, 80 e 72 anni, tre donne di 88, 80 e 77 anni)
4 in provincia di Rimini (due uomini di 93 e 87 anni; una donna di 79 e una bambina di 12 anni, affetta da gravi pluripatologie pregresse).

Scuola e Dad

Sul fronte scuola, in Emilia Romagna si attivano i comitati anti Dad che chiedono lo stop ai tamponi a tappeto agli asintomatici e alla dad "per bambini e giovani sani".

Per Stefania Montebelli, referente dei comitati che aderiscono alla rete nazionale Scuola in presenza, "sono ormai diversi i Paesi europei che hanno optato per lo snellimento delle procedure di tracciamento scolastico, riducendo il ricorso ai tamponi per i non sintomatici e orientandosi piuttosto verso la sospensione della frequenza scolastica per i soli soggetti sintomatici o positivi".

I bambini e ragazzi italiani, sostengono i comitati, "sono tra quelli che hanno patito maggiormente le conseguenze psicofisiche della chiusura delle scuole e del lockdown dello scorso anno: per questa ragione adesso è necessario fare tutto il possibile per tutelare la loro vita di relazione prima che sia troppo tardi". 

Per gli anti-Dad "dal caos in cui sono piombate le scuole si può uscire certamente in Emilia Romagna dove il 99,16% dei casi attivi sta gestendo il Covid a casa e il 91% della popolazione over 12 anni è completamente immunizzata come riportato dall'ultimo report della regione".

Di sicuro anche dal fronte sindacale arrivano grida di dolore per la situazione delle scuole. In una lettera aperta, Mariarita Bortolani, Cisl Scuola Emilia Centrale chiede di "ridurre la burocrazia", i "tanti adempimenti che hanno ripercussioni, per gli insegnanti, nel lavoro d'aula". "La scuola - chi la vive lo sa bene - è in continuo affanno, tra emergenze, protocolli e regole che cambiano costantemente, richieste, quarantene e positività, personale assente, sospeso", elenca la sindacalista. 

Altre notizie sul Covid

L'Irlanda riapre tutto: cosa sta succedendo

Novavax in Italia a febbraio: come funziona e quello che c'è da sapere

Quarantena e isolamento, le regole per chi ha la terza dose in Emilia Romagna

Covid e picco contagi: l'ottimismo degli esperti. Ma dalla Finlandia incognita Omicron 2

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?