Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
18 gen 2022

Coronavirus oggi: il bollettino dell'Emilia Romagna del 18 gennaio 2022. Dati e contagi

Sono  17.977 i nuovi casi (ma 3.147 riguardano i giorni scorsi). Quasi raddoppiati invece i morti che nelle ultime 24 ore sono 40. Bonaccini: "Vicini al picco". La promessa di Donini: "Arriveranno i sanificatori d'aria per le scuole"

18 gen 2022

Bologna, 18 gennaio 2022 - Salgono ancora i nuovi contagi in Emilia Romagna: oggi sono infatti 17.977 su 91.456 tamponi eseguiti (anche se il dato comunicato al Ministero è comprensivo di 3.147 casi a Piacenza e Reggio Emilia relativi ai giorni scorsi ma registrati solo oggi). Insomma nelle ultime 24 ore sarebbero 14.830 i nuovi casi, un dato comunque maggiore a quello registrato ieri quando i nuovi casi si sono fermati a quota 12.618. 

Approfondisci:

Covid oggi: il bollettino dell'Emilia Romagna del 19 gennaio 2022. Dati e contagi

Il dato più impressionante rimane comunque quello dei morti da Covid che nelle ultime 24 ore sono stati 40 (quasi il doppio dei 22 di ieri). Cala invece l'occupazione dei malati Covid nei reparti non critici (che scende a -0,6%) mentre cresce di +1,3% quella nelle terapie intensive

Approfondisci:

Quarantena e isolamento Covid in Emilia Romagna, le nuove regole con i tamponi rapidi

Approfondisci:

Covid scuola e regole, quante classi in quarantena in Emilia Romagna

Approfondisci:

Covid oggi Marche, il bollettino con i contagi del 18 gennaio 2022

Il grafico del bollettino Covid dell'Emilia Romagna di oggi 18 gennaio 2022
Il grafico del bollettino Covid dell'Emilia Romagna di oggi 18 gennaio 2022

E intanto si attende il picco dei contagi in Emilia Romagna a cui, come spiega il governatore Stefano Bonaccini, "la nostra regione dopo settimane di numeri record causati dall'ondata Omicron, sta probabilmente arrivando". "Sono troppi pochi giorni per poter confermare che questa tendenza sia strutturale, ma c'è la speranza visto il rallentamento nell'aumento".

Italia, i dati Covid del 18 gennaio 2022

Sono 228.179 i nuovi casi Covid in Italia nelle ultime 24 ore e 434 i morti. Un dato record quello registrato oggi 18 gennaio 2022 che si unisce a un altro cioè quello dei vaccini effettuati. Crescono i ricoveri (+220), leggero calo delle terapie intensive (-2). La Lombardia ha superato i 37mila contagi, oltre 25mila in Veneto, Emilia-Romagna a +17.977, Toscana +14.799 e Marche +7.748. 

Bollettino dell'Emilia Romagna di oggi 18 gennaio 2022

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 834.546 casi di positività, 17.977 in più rispetto a ieri, su un totale di 91.456 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 31.614 molecolari e 59.842 test antigenici rapidi. Questo il dato comunicato al ministero della Salute, che però comprende 3.147 casi relativi ai giorni scorsi che sono stati recuperati oggi: 1.718 riguardano la provincia di Piacenza e 1.429 quella di Reggio Emilia. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 19,6%; se si considerassero i casi reali odierni, quindi 14.830, la percentuale scende al 16,2%. Il 99,2% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L’età media dei nuovi positivi è di 36,3 anni. 40 i decessi. 

Ricoveri e terapie intensive in Emilia Romagna 

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 151 (+2 rispetto a ieri, pari al +1,3%); l’età media è di 62,2 anni. Sul totale, 95% non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,5 anni), il 63%; 56 sono vaccinati con ciclo completo (età media 65 anni).

Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.441 (-15 rispetto a ieri, -0,6%), età media 70 anni. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 7 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 22 a Parma (+2); 17 a Reggio Emilia (invariato); 19 a Modena (invariato); 31 a Bologna (+1); 10 a Imola (invariato); 15 a Ferrara (-4); 11 a Ravenna (+4); 2 a Forlì (invariato); 2 a Cesena (invariato); 15 a Rimini (-2).

La mappa del contagio in Emilia Romagna

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36,3 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.608 nuovi casi (su un totale dall’inizio dell’epidemia di 169.810); a seguire Modena (2.610 su 132.951), Piacenza (2.407 - di cui 689 odierni e i rimanenti recuperati dai giorni scorsi - su 48.257 dall’inizio della epidemia) e Reggio Emilia (2.359 - di cui 930 odierni e i rimanenti recuperati da ieri - su 91.141); poi Parma (1.755 su 65.571), Ravenna (1.482 su 75.263), Rimini (1.303 su 86.412), Forlì (702 su 39.100) e Ferrara (673 su 52.864). Quindi Cesena (560 su 47.397) e infine il Circondario Imolese (518 su un totale dall’inizio dell’epidemia di 25.780).

Casi attivi, in isolamento e guariti nella nostra regione

I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 323.440 (+11.794). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 320.848 (+11.807), il 99,2% del totale dei casi attivi.

Le persone complessivamente guarite sono 6.143 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 496.489. 

Morti di Covid in Emilia Romagna oggi 18 gennaio 2022

Purtroppo, si registrano 40 decessi: 3 in provincia di Piacenza (un uomo di 99 anni e due donne di 65 e 88 anni); 4 in provincia di Parma (un uomo di 81 anni e tre donne di 65, 83 e 91 anni); 5 in provincia di Reggio Emilia (due uomini di 80 e 89 anni, tre donne di 77, 84 e 86 anni); 9 in provincia di Modena (quattro uomini di 77, 85, 92 e 95 anni, cinque donne di 71, 83, 87, 90 e 93 anni); 1 in provincia di Ravenna (un uomo di 90 anni il cui decesso è stato registrato dall’Ausl di Imola); 3 nel Circondario Imolese (due uomini di 83 e 84 anni e una donna di 87); 1 in provincia di Bologna (un uomo di 59 anni il cui decesso è stato registrato dall’Ausl di Ferrara); 1 in provincia di Ferrara (un uomo di 56 anni); 8 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 58 anni, due di 77 anni, uno di 86 anni e quattro donne di 84, 89, 90 e 94 anni); 3 a Rimini (due uomini di 80 anni, una donna di 81) e 2 residenti fuori dall’Emilia-Romagna i cui decessi sono stati registrati rispettivamente dalle Ausl di Piacenza e Modena: un uomo di 79 anni e una donna di 70). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.617.

Coronavirus. Donini "Arriveranno i sanificatori d'aria per le scuole, ma non con i fondi sanità"

L'assessore regionale alla Sanità dell'Emilia Romagna, Raffaele Donini, conferma: la Regione si adopererà per l'acquisto di sanificatori d'aria per le scuole, dispositivi considerati utili anche al di là della pandemia. "Non possiamo usare i fondi della sanità per l'acquisto di questi dispositivi, altrimenti li avremmo già acquistati", fa notare Donini, che parla comunque di dispositivi "assolutamente efficaci per la purificazione dell'aria e utile strumento alla lotta contro la pandemia".

Per questo, dopo le aperture del presidente regionale Stefano Bonaccini sull'acquisto dei sanificatori, "sono certo che la giunta troverà modo di arrivare a questo obiettivo". Era stato Marco Lisei di Fratelli d'Italia a chiedere alla giunta, durante il question time di questa mattina, di "dare seguito alle parole del presidente Bonaccini e, quindi, procedere all'acquisto e all'installazione all'interno delle aule scolastiche di sistemi di ventilazione forzata adatti a sanificare l'aria, questo per ostacolare i contagi da Covid".

"Richiedo da marzo 2020 a tutti gli organismi dello Stato la possibilità di acquistare, con i fondi della sanità, sanificatori d'aria, anche per le scuole", ribatte allora Donini. "All'inizio della pandemia- aggiunge l'assessore- mi era stato risposto che era preferibile aprire le finestre"

Covid: Agenas, l'occupazione delle intensive cresce in 5 regioni

La percentuale di terapie intensiva occupate da pazienti Covid è stabile al 18% in Italia, ma, a livello giornaliero, cresce in 5 regioni: Campania (13%), Friuli (24%), Marche (25%), Puglia (13%), Toscana (24%).

Cala in Abruzzo (al 19%), Calabria (18%), Molise (3%), PA Bolzano (16%). È stabile in Basilicata (3%), Emilia Romagna (17%), Lazio (22%), Liguria (19%), Lombardia (15%), PA Trento (23%), Piemonte (23%), Sardegna (14%), Sicilia (20%), Umbria (14%), Val d'Aosta (24%), Veneto (18%). Questi i dati Agenas (Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari Regionali) aggiornati al 17 gennaio. Sette regioni sono oltre la soglia del 20% (Friuli, Lazio, Marche, Trento, Toscana, Piemonte, Valle d'Aosta).

Coronavirus: Agenas, l'occupazione dei reparti ordinari sale in 14 regioni

Aggiornati a ieri, 17 gennaio, anche la percentuale di posti occupati da pazienti Covid nei reparti di area non critica.  Stabile al 29% in Italia, ma in 24 ore cresce in 14 regioni: Abruzzo (30%), Calabria (42%), Friuli (31%), Lazio (28%), Liguria (40%), Lombardia (35%), Marche (28%), Molise (14%), Bolzano (19%), Trento (26%), Puglia (22%), Sicilia (36%), Toscana (26%) e Veneto (26%). Cala in Val d'Aosta (con -17% torna al 52%) e Basilicata (25%). Stabile in Campania (29%), Emilia Romagna (27%), Piemonte (30%), Sardegna (15%), Umbria (33%).

Superano il 30%, avvicinandosi alla zona arancione: Calabria, Friuli, Liguria, Lombardia, Sicilia, Val d'Aosta, Umbria.

Covid. Dati e contagi in Emilia Romagna

Ieri, 17 gennaio, in Emilia Romagna sono stati registrati 12.618 casi di Covid, su un totale di 38.705 tamponi eseguiti. Il bollettino della Regione riporta anche 22 decessi. Rimaste stabili le terapie intensive, con 149 pazienti e nessun ingresso ieri. Sono stati altri 62, invece, gli ingressi nei reparti Covid ordinari, che porta il totale a 2.456 posti occupati.

Nella settimana che va dall'11 al 17 gennaio, l'occupazione dei reparti intensivi è rimasta stabile al 17%: è quanto riportato da Agenas. In lieve crescita, invece, l'area non critica che è passata dal 24% al 27% in sette giorni. 

Tampone inizio e fine isolamento in Emilia Romagna: come fare

Vaccino bambini a Bologna: la diretta social. "Anche un bimbo può finire in ospedale"

Coronavirus. Il bollettino Italia

Sono stati 83.403 i contagi Covid in Italia ieri, secondo il bollettino del ministero della Salute. Registrati, inoltre, altri 287 morti. Sono 19.228 i ricoverati con sintomi (+509 ieri), 1.717 i pazienti in terapia intensiva (+26).

Altre notizie sul Covid

No vax Bologna, scritte sui muri del Sant'Orsola

Maestra scrive ai colleghi No vax: "State lasciando soli i bambini"

Omicron, Fauci e Burioni da Fazio: "Contagia tutti, inutile vaccino specifico"

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?