Bologna, 4 dicembre 2021 - Restano alti i contagi da Coronavirus in Emilia Romagna. Il bollettino di oggi registra 1.610 nuovi casi su oltre 40mila tamponi analizzati. Il dato è in linea con quello di ieri. Il tasso di positività è del 4%. 

AGGIORNAMENTO Coronavirus: bollettino del 5 dicembre in Emilia Romagna

Ma sono ben 12 i morti emiliano romagnoli legati alla pandemia (ieri 7). In crescita i ricoveri: i pazienti  in terapia intensiva sono 77 (+2 rispetto a ieri), 703 quelli negli altri reparti Covid (+16).

La mappa del contagio vede Bologna con 391 nuovi casi più 42 nel Circondario Imolese, seguita da Forlì Cesena 219 (Forlì 113 e  Cesena 106), Ravenna (204) e Modena (181); poi Rimini (168), Ferrara (139), Reggio Emilia (123), Parma (81) e infine Piacenza (62).

Covid, i contagi del 4 dicembre 2021 in Emilia Romagna

Gli emiliano romagnoli guariti sono 903 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 423.681. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 24.237 (+ 695). Il 96,8% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. 

Da settimane ormai si registrata in Emilia Romagna una risalita della curva epidemiologica, come nel resto del Paese. Tuttavia il governatore Stefano Bonaccini è ottimista e ai microfoni di 'Sabato Anch'io' su Radio 1, si dice certo che "supereremo anche la quarta ondata".

Covid Italia: i nuovi contagi 

Sono 16.632 i positivi al Covid in Italia individuati nelle ultime 24 ore dall'analisi di 636.592 I tamponi molecolari e antigenici, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 17.030, rilevati su 588.445 tamponi. 

Sono invece 75 le vittime in un giorno, ieri erano state 74. Sono 134.152 i morti da inizio pandemia. 

 Il tasso di positività è al 2,6%, in calo rispetto al 2,9% di ieri.

Sono invece 732 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 24 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 59. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 5.428, ovvero 43 in più rispetto a ieri.

Nelle ultime 24 ore sono guarite 8.988 persone, dato che porta a 4.736.202 il totale dall'inizio della pandemia. 223.718 gli attuali positivi (+7.564).

Variante Omicron in Italia: quanti sono i casi

Sono 9 al momento i casi di variante Omicron in Italia. Lo rileva l'Istituto Superiore di Sanità. "Nella piattaforma ICoGen - ci sono al momento 9 sequenze depositate: 7 del cluster relativo al paziente indice; 1 trovata in un paziente in provincia di Bolzano; 1 in un paziente in Veneto".

Contagi oggi in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 461.740 casi di positività, 1.610 in più rispetto a ieri, su un totale di 40.058 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 4%.

Dei nuovi contagiati, 770 sono asintomatici: 316 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 41 con lo screening sierologico, 63 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 tramite i test pre-ricovero. Per 345 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Tra i nuovi positivi 463 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 531 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40,6 anni.

Ecco la mappa del contagio dall’inizio dell’epidemia: 27.769 casi a Piacenza (+62 rispetto a ieri, di cui 29 sintomatici), 34.330 a Parma (+81, di cui 27 sintomatici), 53.707 a Reggio Emilia (+123, di cui 90 sintomatici), 76.365 a Modena (+181, di cui 70  sintomatici), 96.563 a Bologna (+391, di cui 190 sintomatici), 15.183 casi a Imola (+42, di cui 32 sintomatici), 28.138 a Ferrara (+139, di cui 44 sintomatici), 38.341 a Ravenna (+204, di cui 133 sintomatici), 21.616 a Forlì (+113, di cui 80 sintomatici), 24.181 a Cesena (+106, di cui 40 sintomatici) e 45.547 a Rimini (+168, di cui 105 sintomatici).

La Regione fa sapere che "rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, è stato eliminato un caso, positivo a test antigenico ma non confermato dal tampone molecolare".

Morti Covid in Emilia Romagna

Il bollettino di oggi registra 12 morti di Covud: uno in provincia di Piacenza (una donna di 90 anni), uno nella provincia di Parma (un uomo di 91 anni); sei in provincia di Bologna (4 uomini, rispettivamente di 75, 81, 92 e 95 anni, e una donna di 91 anni; un uomo di 71 anni deceduto a Bologna ma residente a Cagliari); uno a Imola (uomo di 78 anni); uno nella provincia di Ferrara (una donna di 93 anni) e due nella provincia di Ravenna (una donna di 90 anni e un uomo di 84 proveniente da fuori regione).  Nessun decesso nelle province di Reggio Emilia, Modena, Forlì-Cesena e Rimini.

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.822.

Ricoveri in Emilia Romagna

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 77 (+2 rispetto a ieri): 4 a Piacenza (+1); 3 a Parma (-1); 4 a Reggio Emilia (numero invariato rispetto a ieri); 7 a Modena (+1); 22 a Bologna (+2); 5 a Imola (-1); 9 a Ferrara (invariato); 14 a Ravenna (invariato); 3 a Forlì (invariato); 1 a Cesena (invariato); 5 a Rimini (invariato).

Sono invece 703 i malati curati altri reparti Covid (+16).

 

Bonaccini: "Reggeremo anche la quarta ondata"

La pressione del Covid aumenta e i controlli del super green pass, in particolare sugli autobus, non saranno facili. Ma "ho fiducia che reggeremo anche questo urto. Dobbiamo darci tutti da fare". È l'appello lanciato questa mattina dal presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ai microfoni di 'Sabato Anch'io' su Radio 1. Sui mezzi pubblici "saranno fatti controlli a campione, irrobustendoli - ribadisce Bonaccini - anche perché se si facesse il controllo uno a uno per tutti quelli che salgono, arriverebbero in ritardo tutte le corse".

Burioni sta con il primario di Pesaro Gnudi: "I no vax fanno schifo anche a me"

Arrivano gli esposti contro Gnudi. L'Ordine dei medici gli dà ragione

"In Emilia Romagna il 90,5% di vaccinati"

Però "dobbiamo avere fiducia - insiste il governatore - si diceva che l'Italia non sarebbe stata in grado di vaccinare, oggi siamo tra i Paesi col più alto tasso in Europa. Ieri in Emilia Romagna abbiamo raggiunto il 90,5% di vaccinati con prima dose, tra poche settimane arriveremo verso il 91% col ciclo completo e siamo già oltre 600.000 terze dosi". In altre parole, "ci dobbiamo tutti dare da fare - manda a dire Bonaccini - ma ho fiducia che reggeremo anche questo urto, per quanto sia molto forte. Spero che anche i medici di base si diano da fare, per avere più bocche di fuoco con cui vaccinare più persone possibili". "Il governo sul tema sanità deve fare meglio". "È vero - spiega - che ci saranno 2, 4 e 6 miliardi di euro nei prossimi tre anni, circa 12 miliardi in tre anni. Però l'anno prossimo sono solo 2 miliardi: a fronte dell'aumento dei contratti del personale, dell'aumento delle bollette energetiche, rischiamo che di fatto non resti nulla. Non è accettabile. Il governo deve capire che se chiede alle regioni, che sono quelle che gestiscono la sanità, di combattere la pandemia, deve dare le risorse, anche perché rischia di rimetterci chi ha più sanità pubblica degli altri".

L'assessore regionale Mammi positivo al Covid

Alessio Mammi, assessore regionale all'Agricoltura in Emilia Romagna, è positivo al Covid. Lo rende noto lui stesso, attraverso i social network: "Ma sto bene, ho completato da tempo il ciclo vaccinale, e il virus è in forma lieve". In Regione si precisa che l'assessore non ha avuto contatti con assessori o consiglieri regionali negli ultimi giorni e che nessun membro della Giunta, compreso il presidente Stefano Bonaccini, al momento presenta problemi di salute o è in isolamento. Anche l'ultima seduta di Giunta di lunedì scorso, si specifica ancora da viale Aldo Moro, si era svolta da remoto per tutti gli assessori.

Bollettino Covid Emilia Romagna 4 dicembre 2021

Vaccini ai bambini: pensati degli hub "su misura"

Al via i vaccini per i bimbi di età compresa tra i 5 e gli 11 anni, le prenotazioni dal 13 dicembre 2021. Questa la decisione presa dalla regione dopo il via libera dell'Aifa, Agenzia italiana del farmaco. A Bologna si inizia a pensare ad hub vaccinali "a misura di bambino", più piccoli e colorati. Su questo progetto sono al lavoro Ausl di Bologna e Regione Emilia-Romagna, in vista della partenza della campagna vaccinale per i più piccoli. 

"Dovremo pensare ai luoghi di vaccinazione per i bambini- conferma il direttore generale dell'Ausl, Paolo Bordon, inaugurando stamattina il nuovo hub in Fiera- per tipologia di paziente, pensiamo che luoghi più piccoli siano più adatti. Su questo ci stiamo confrontando con la Regione e ne parleremo anche nei prossimi giorni". 

Nel frattempo, prosegue anche la campagna vaccinale rivolta agli adulti. Alle ore 15 di ieri erano state somministrate complessivamente 7.506.090 dosi; sul totale sono 3.561.305 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 601.657.

Dottoressa no vax di Modena sospesa continua a visitare i pazienti

Continuava a esercitare la professione nel suo studio privato alle porte del centro di Modena nonostante fosse stata sospesa dall'Ordine. L'ambulatorio è stato sequestrato. Un caso simile a Cesena, dove sono stati denunciati dai Nas i due titolari di una farmacia della periferia: non essendo vaccinati non potevano vendere medicinali.