Forlì, 17 agosto 2016 - Avrebbe sconfinato, rispetto alla tradizionale area riservata ai naturisti, di una cinquantina di metri. Così, quando le famiglie che affollavano la spiaggia di Lido di Dante, hanno visto quell’uomo sulla battigia completamente nudo, hanno chiamato i carabinieri.

E ora Fidenzio Laghi, castrocarese di 69 anni noto esponente del naturismo, andrà incontro all’ennesima denuncia per atti contrari alla pubblica decenza. L’uomo si trovava sulla spiaggia di Lido di Dante, ma oltre quella cosiddetta dell’Fkk, l’area nudista non formalmente regolamentata, ma cui anche la Cassazione ha riconosciuto la vocazione per gli amanti del naturismo.

Dopo l’arrivo dei carabinieri Laghi, che ha precedenti di polizia per reati specifici, è stato invitato a tornare nell’area nudista. Lui, senza rivestirsi e rivendicando le proprie ragioni, ha accolto il suggerimento degli uomini del radiomobile cui nel frattempo si erano aggiunti quelli della stazione di Marina di Ravenna.