Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

Bravi e legati al lavoro: brilleranno nove ‘stelle’

Domani a Bologna la consegna dei premi a chi si è impegnato per una vita. Capacità di innovare, sicurezza ma anche fiducia le qualità decisive

Sono nove i cittadini forlivesi che domani, presso l’aula magna di Santa Lucia a Bologna, saranno decorati con la ‘stella al merito del lavoro’ e insigniti del titolo di ‘maestri del lavoro’: l’onorificenza concessa dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella su proposta del Ministro del Lavoro, a coloro che nel corso della loro vita professionale si sono distinti per meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale. Destinatari della decorazione sono i cittadini che abbiano prestato attività lavorativa ininterrottamente per un periodo minimo di venticinque anni alle dipendenze della stessa azienda o di trent’anni alle dipendenze di aziende diverse.

Edoardo Abbati è un impiegato Electrolux: "Nella sua vita lavorativa ha dimostrato affidabilità, capacità di adattamento, apertura mentale all’apprendimento continuo e grande disponibilità", recita la motivazione del premio. È impiegata Electrolux anche Nicoletta Bassini, predappiese, "estremamente attenta alla salute e alla sicurezza dei lavoratori, alla cura dell’ambiente e all’innovazione e non si è mai stancata di proporre miglioramenti per gli operatori e per i sistemi gestionali". Un altro lavoratore della Electrolux: si tratta di Angelo Spinelli che si è distinto per la sua inventiva: "ha saputo apportare innovazioni tecniche che hanno migliorato il lavoro, come per esempio le prime realizzazioni di collaudi automatici degli elettrodomestici".

Libero Gentile risiede a Meldola e oggi è pensionato dopo vent’anni di lavoro all’impresa Coromano srl di Bertinoro: i clienti chiedevano sempre di lui per i lavori più complessi, consapevoli delle sue notevoli capacità. Il forlimpopolese Vittorio Valbonesi è anche lui un ex operaio della Coromano srl. Chi l’ha candidato a ricevere l’onorificenza dice di lui che "gestisce le problematiche con il personale ed è attento alla sua sicurezza e ai diritti sindacali dimostrando grande disponibilità e capacità di trattare le situazioni per ridurre le problematiche". Gian Franco Perugini, meldolese, è ora in pensione, ma ha a lungo prestato servizio alla Coromano srl. A caratterizzarlo sono "le capacità professionali, ma anche le sue doti di serietà e disposizione alla socializzazione che gli permetton

La forlivese Roberta Martinetti lavora alla Fin-ceramica Faenza Spa. Riceve il riconoscimento per "la passione e la curiosità verso l’innovazione, la costanza e la tenacia focalizzate sugli obiettivi". o di ottenere la fiducia di tutti". Riccardo Bianchi, residente a Villafranca, è un impiegato di Costamp srl in via Zignola ed è esperto nelle tecniche di stampaggio lamiera, stampi a blocco e saldatura, lavoro che svolge con passione e dedizione.

A essere insignito del titolo sarà, tra gli altri, anche il direttore di Ascom Confcommercio Alberto Zattini. Tra le motivazioni del riconoscimento si legge: "Ha rappresentato un imprescindibile valido supporto e stretta assistenza nella direzione di Confcommercio negli anni di crisi economica. Alla direzione di Forlì e circondario dal 2012, ha saputo guidare l’intero sistema associativo con la dovuta personalità e talvolta fermezza imposta da decisioni non sempre facili". La premiazione dei nuovi maestri del lavoro verrà fatta da un rappresentante del governo presenti le massime autorità politiche, militari e religiose.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?