Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 mag 2022

Dagli Usa le nuove armi per la difesa Gli agenti potranno usare i taser

Domani saranno in dotazione alle prime pattuglie forlivesi.Carabinieri e polizia hanno seguito un corso di una settimana per imparare a usare lo strumento: si deve colpire il soggetto tra i due e i sette metri

29 mag 2022
annamaria senni
Cronaca
L’agente estrae l’arma, la mostra, avvisa la persona e, solo se. non collabora ed è minacciosa, può utilizzare il taser
L’agente estrae l’arma, la mostra, avvisa la persona e, solo se. non collabora ed è minacciosa, può utilizzare il taser
L’agente estrae l’arma, la mostra, avvisa la persona e, solo se. non collabora ed è minacciosa, può utilizzare il taser
L’agente estrae l’arma, la mostra, avvisa la persona e, solo se. non collabora ed è minacciosa, può utilizzare il taser
L’agente estrae l’arma, la mostra, avvisa la persona e, solo se. non collabora ed è minacciosa, può utilizzare il taser
L’agente estrae l’arma, la mostra, avvisa la persona e, solo se. non collabora ed è minacciosa, può utilizzare il taser

di Annamaria Senni

Dissuasori di stordimento a contatto. Eccoli, i taser, vere e proprie armi di difesa di cui finalmente saranno dotati anche poliziotti e carabinieri della provincia di Forlì-Cesena. Le forze dell’ordine hanno sostenuto un corso di una settimana per imparare a usare i nuovi strumenti di autotutela, che arrivano dall’America. Domani sarà in dotazione delle prime pattuglie a Forlì, tra una settimana ne saranno dotati anche i colleghi cesenati.

Ma cosa sono esattamente? È la ditta statunitense Axon la casa madre che ha prodotto i dispositivi in grado di emettere impulsi elettrici a tensione controllata: in pratica una scossa elettrica. Va precisato che l’arma non è pericolosa per la salute, neppure per soggetti con patologie. Procura ‘solo’ un’inabilità temporanea alle funzioni motorie, o per dirlo in parole semplici, immobilizza la parte del corpo colpita per un periodo di 5 secondi. Un lasso di tempo breve ma allo stesso tempo tale da consentire all’agente di ammanettare un individuo pericoloso, disarmarlo, o dissuaderlo dal commettere un gesto folle, come un tentativo di suicidio.

"Lo strumento – spiegano dalla Questura – è stato dato in dotazione alle volanti della provincia. L’avvio dell’utilizzo è già avvenuto in diversi capoluoghi in Italia da alcuni mesi, e piano piano si sta diffondendo. In questa fase viene data la priorità alle forze deputate al controllo del territorio poi verrà esteso l’utilizzo anche ad altri organi, come la Polizia Stradale e la Guardia di Finanza. Essendo un’arma, deve essere usata quando la legge lo consente: cioè nei casi di legittima difesa, uso legittimo dell’arma e stato di necessità".

E mentre in questi giorni una pronuncia della Corte Costituzionale ha stabilito perentoriamente che gli agenti della Polizia Locale non potranno essere muniti di taser (in seguito all’emanazione di una legge lombarda che la prevedeva) ecco che i servizi di volante della provincia si avviano ai nastri di partenza. Tutti pronti e preparatissimi. "I corsi sono iniziati tre mesi fa – spiega l’istruttore responsabile che appartiene al Commissariato di Cesena –: 16 operatori delle volanti di Cesena e 16 di Forlì sono stati formati. La procedura prevede che l’agente estragga l’arma, la mostri, avvisi oralmente la persona verso cui è diretta la pistola, e solo se la persona non collabora ed è minacciosa e violenta può utilizzarla".

Si deve colpire il soggetto tra i due e i sette metri, secondo un protocollo specifico. Due dardi vengono sparati, con impulsi elettrici di intensità di 1, 2 milliampere. Per fare un paragone: la corrente elettrica è di 13 ampere, 10mila volte superiore. Il taser, ovviamente, non sostituirà le armi in dotazione alle forze dell’ordine: come lo sfollagente, lo spray al peperoncino, le manette e la pistola. Il taser è uno strumento utile come autodifesa per gli agenti, perché negli ultimi anni le azioni violente nei confronti della forza pubblica sono in crescendo: spesso un intervento si conclude con colluttazioni o feriti.

Anche i carabinieri sono dotati della nuova arma in misura più che adeguata al personale in forza e le pattuglie che perlustreranno il territorio, e nel Forlivese circoleranno armate di taser già da domani.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?