Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 lug 2016

Aeroporto Ridolfi, vertice in Regione: "Enac stacchi la spina"

Ultimatum dei sindacati ad Halcombe: "Dopo due anni ancora tutto fermo, il 26 luglio vogliamo novità sostanziali"

20 lug 2016
featured image
Il Ridolfi chiuso (Fantini)
featured image
Il Ridolfi chiuso (Fantini)

Forlì, 20 luglio 2016 - Dopo il ‘game over’ del sindaco Davide Drei, arriva un altro durissimo attacco alla società Air Romagna e al suo presidente Robert Halcombe. ‘Siamo al capolinea’ , scrivono Cgil, Cisl e Uil. Dopo due anni, infatti, il Ridolfi è ancora chiuso e offre uno scenario desolante.

Una delegazione delle tre sigle sindacali , infatti, ieri ha incontrato in Regione l’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini e il vice sindaco del Comune di Forlì Lubiano Montaguti per parlare della situazione dell’aeroporto .

‘L’Assessore Donini - si legge nella nota a firma di Amanti, Treossi e Foschi - ha tristemente ribadito la perenne e assordante assenza di Air Romagna e del suo presidente Robert Halcombe . Alla luce di questo scenario è emerso un quadro in cui l’istituzione regionale, conscia della realtà di mercato del settore aeroportuale, sta operando per favorire un sistema regionale degli scali in cui la parte predominante va all’hub di Bologna, Rimini vocata al turismo e Parma che solo un anno fa era in situazione altrettanto triste quanto quella di Forlì, ora è in grande vantaggio per avere una sua vocazione cargo, il tutto grazie alle promesse mancate e agli impegni disattesi da parte di Air Romagna’.

In particolare istituzioni e sindacati lamentano il fatto che Air Romagna ‘dopo più di due anni dall’aggiudicazione del sedime aeroportuale’ non ha ancora presentato ‘un piano industriale per far ripartire il Ridolfi. Questo atteggiamento e i continui silenzi hanno fatto perdere ogni credibilità a questo interlocutore , portando il territorio, gli ex dipendenti e le istituzioni a vivere questa situazione come una enorme presa in giro che non sono più disposti ad accettare! Il 26 luglio Air Romagna terrà finalmente la sua assemblea dei soci , come organizzazioni sindacali - conclude la nota - ci aspettiamo importanti e sostanziali novità che portino a radicali cambiamenti nell’assetto societario , tali da rendere di nuovo credibile il progetto del nostro aeroporto. In caso contrario chiediamo a Enac di staccare la spina per non prolungare una agonia da accanimento terapeutico che non ha speranze ’.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?