Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 mag 2022

Billi duro su Alea: "Cattiva gestione"

Il candidato attacca l’attuale amministrazione: "Le loro posizioni nella società non hanno portato benefici"

22 mag 2022
francesca miccoli
Cronaca
Secondo il candidato del centrodestra le criticità di Alea vanno risolte politicamente (Frasca)
Secondo il candidato del centrodestra le criticità di Alea vanno risolte politicamente (Frasca)
Secondo il candidato del centrodestra le criticità di Alea vanno risolte politicamente (Frasca)
Secondo il candidato del centrodestra le criticità di Alea vanno risolte politicamente (Frasca)
Secondo il candidato del centrodestra le criticità di Alea vanno risolte politicamente (Frasca)
Secondo il candidato del centrodestra le criticità di Alea vanno risolte politicamente (Frasca)

di Francesca Miccoli

Torna a picchiare duro sull’amministrazione uscente Francesco Billi, candidato sindaco al Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole con il supporto del centrodestra. Dopo la casa della salute, l’ex assessore della Giunta guidata da Francesca Metri mette ora nel mirino il servizio di gestione dei rifiuti, da alcuni anni in capo alla società pubblica Alea ambiente. Con il passaggio al nuovo gestore e al porta a porta erano stati annunciati costi minori a fronte di un servizio migliore. Promessa non mantenuta secondo Billi. "Gli amministratori di Castrocaro e Terra del Sole – dice il candidato alla fascia tricolore – sono ben posizionati all’interno degli organi decisionali di Alea, ma la loro presenza non ha inciso minimamente a vantaggio della nostra comunità".

Senza nominarlo, Billi punta l’indice contro il vicesindaco William Sanzani, da alcuni anni presidente del coordinamento soci di Alea. "Pensiamo alla nostra isola ecologica: molti rifiuti non vengono accettati e devono essere trasportati in altri centri. Aiutiamo l’ambiente se dobbiamo andare a Forlì in auto anche solo per buttare un televisore? Le condizioni per estendere il servizio ci sarebbero e questo era un obiettivo da perseguire con determinazione fin dall’introduzione del porta a porta. Invece stiamo perdendo tempo".

Altro problema, denunciato anche dai residenti nella frazione di Pieve Salutare nel corso dell’incontro pubblico di venerdì sera, riguarda la penalizzazione di chi raccoglie le foglie sul marciapiede davanti a casa e deve sostenere i costi del bidone vegetale. "In questa maniera si punisce il senso civico, e con il degrado in cui versa il nostro territorio non ce lo possiamo permettere. Dall’altra parte, invece, cosa sta facendo Alea per aiutare i Comuni a contrastare l’odiosa pratica, sempre più diffusa, dell’abbandono dei rifiuti?".

Questioni che secondo il candidato alla fascia tricolore andrebbero dibattute con urgenza, "per individuare una strategia comune volta a contenere questi gesti incivili, magari coinvolgendo le associazioni ambientaliste". Tra gli obiettivi da inseguire anche l’individuazione di metodi di raccolta differenziata più pratici nelle zone con esigenze particolari, come le aree rurali o i centri storici. L’ex assessore chiede inoltre di "riproporzionare le tariffe", soprattutto per quelle attività economiche oltremodo penalizzate.

"Le criticità di Alea vanno affrontate e risolte politicamente, aprendo un dibattito onesto e realista. Si tratta di tematiche scomparse dall’agenda politica locale". La chiusura è dedicata alla prossima amministrazione, che dovrà "cercare soluzioni per migliorare decoro, igiene e pulizia del territorio nell’interesse dell’ambiente, dei residenti e dell’immagine turistica del nostro comune".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?