Sale la protesta dei residenti di via Mazzini e del centro storico di Bertinoro contro la nuova zona a traffico limitato istituita dal Comunale con l’arrivo dell’estate. "E’ da una decina di anni che a Bertinoro viene istituita in estate la ztl – dichiarano i residenti, 31 i firmatari di una Pec inviata al Comune con la richiesta di un incontro –, ma sin dall’inizio ci siamo ritrovati in una situazione abbastanza atipica: con indicazioni non chiare e nessun posto auto per i residenti". Il nodo della...

Sale la protesta dei residenti di via Mazzini e del centro storico di Bertinoro contro la nuova zona a traffico limitato istituita dal Comunale con l’arrivo dell’estate. "E’ da una decina di anni che a Bertinoro viene istituita in estate la ztl – dichiarano i residenti, 31 i firmatari di una Pec inviata al Comune con la richiesta di un incontro –, ma sin dall’inizio ci siamo ritrovati in una situazione abbastanza atipica: con indicazioni non chiare e nessun posto auto per i residenti". Il nodo della discordia è proprio la mancanza di posti dove poter parcheggiare la propria auto per chi nel borgo vive.

"A noi – raccontano – è consentito arrivare a casa, ma solo se uno ha il garage o un cortile interno, altrimenti non potrebbe. In questa maniera uno che va a fare la spesa dovrebbe lasciare l’auto lontano senza neanche poter scaricare le cose pesanti davanti a casa e poi trovare parcheggio dopo". Parcheggio che comunque difficilmente troverebbe nelle vicinanze. "Lo chiediamo da sempre – affermano – di riservare i posti auto all’interno delle mura ai residenti del borgo. Per i visitatori invece si dovrebbe istituire una navetta dal parcheggio del campo sportivo, in maniera da evitare anche quel carosello di auto che arrivano dalla rocca, scendono verso la piazza alla ricerca di un parcheggio, che non c’è, e poi continuano più e più volte a girare". L’ordinanza di quest’anno non differisce di molto da quella degli scorsi anni, se non in due particolari. "Il divieto di transito da piazzetta Del Duca verso la piazza principale è in vigore dalle 19 invece che dalle 20 – spiegano i residenti – per consentire alle attività di allestire con tavoli la piazzetta. Quello che però dà veramente fastidio è la pedonalizzazione di piazza della Libertà il venerdì, sabato e domenica, dalle 19 alle 24. In questa maniera se uno di noi volesse uscire in quegli orari non può, perché la piazza è l’unica via d’uscita di via Mazzini. A inizio giugno avevano fatto un’ordinanza che prevedeva la pedonalizzazione tutti i giorni della settimana, dopo l’hanno modificata, ma anche così per noi è molto penalizzante. Abbiamo mandato una pec al Comune per chiedere un incontro, ma in venti giorni non ci hanno neanche risposto". I residenti lanciano anche alcune proposte. "Visto che i controlli sono difficili , bisognerebbe istituire dei varchi con telecamera, come avviene in altre città, per consentire a chi può di passare e multare chi invece si approfitta della mancanza dei vigili. Oltre, naturalmente, a riservare dei parcheggi per i residenti".

Matteo Bondi