Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 giu 2022
29 giu 2022

Le comunità ricordano il socialista Piolanti

29 giu 2022

Le comunità di Cusercoli e Civitella ricordano oggi l’assassinio esattamente cento anni fa per mano fascista di Domenico Piolanti (1885), socialista e capo della Lega contadini e braccianti di Cusercoli. Piolanti era un leader politico e sindacale con un grande seguito e dopo le dure esperienze dell’emigrazione in Svizzera era tornato al borgo natale con la moglie Caterina Assirelli dalla quale avrà ben 8 figli. Fu ucciso con una coltellata alla testa dal fascista Alceo Orsini verso le 21 del 29 giugno 1922 all’inizio della via che porta al castello, a lui intitolata nel dopoguerra, mentre passeggiava con due dei suoi figli. Fu il primo assassinio politico nel Comune di Civitella per mano fascista nei mesi che precedettero la Marcia su Roma. I funerali furono imponenti e si aprì una sottoscrizione per aiutare la mogli e i figli. Il sicario fascista Orsini beneficiò dell’amnistia e fu prosciolto. Sarà condannato a 30 anni solo nel 1947.

La celebrazione è fissata per le 21 in Largo Matteotti dove sarà presentato il libro di Alba Piolanti ‘Domenico Piolanti 100 anni dopo’ e proiettato il documentario di Franco Fiumi. A seguire gli interventi del sindaco Milandri, Gianfranco Miro Gori presidente Anpi Forlì-Cesena e di Maria Giorgini segretaria generale Cgil Forlì-Cesena. Coordina la serata Camilla Zamparini pronipote di Domenico.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?