Andrea Bagli (Amarcord), Michela Nati (Coop. luppoli italiani) ed Elena Bagli (Amarcord)
Andrea Bagli (Amarcord), Michela Nati (Coop. luppoli italiani) ed Elena Bagli (Amarcord)

Rimini, 12 ottobre 2021 - È il birrificio riminese Amarcord l’unico emiliano-romagnolo ad aggiudicarsi l’ambito premio Cerevisia 2021 per l’area geografica del Centro Italia. I 20 verdetti - assegnati dal 2013 alle eccellenze birrarie italiane - sono stati resi noti il 6 ottobre, al Banco d’assaggio di Perugia. Amarcord ha sbaragliato la concorrenza con la sua Bad brewer American Lager, una birra a bassa fermentazione non filtrata, connessa a doppio filo con la terra d’origine. A dispetto del nome, infatti, è stata creata con un’elevata quantità di luppolo in fiore romagnolo, coltivato nelle campagne ravennati dagli agricoltori soci della Cooperativa luppoli italiani.


Il legame con la Romagna è il leitmotiv del birrificio fin dalle origini, nel 1997, insieme all’estrema attenzione alle materie prime e all’ambiente: oggi la produzione delle sue birre è a impatto zero. Birra Amarcord è anche una storia di famiglia: da due generazioni, la famiglia Bagli lavora per realizzare il sogno di fare di Amarcord la ‘birra della Romagna’, in grado di rappresentare la sua terra nel mondo. Attualmente, al timone dell’azienda c’è la seconda generazione dei Bagli, ovvero i giovani Andrea ed Elena, fratello e sorella.


Il successo delle creazioni Amarcord, conosciute ormai in tutta Italia grazie alla loro diffusione nei ristoranti e nella grande distribuzione, è merito anche del talento del mastro birraio, Andrea Pausler. Proprio dal suo estro creativo è ‘fiorita’ – è il caso di dirlo – l’ultima nata: la ‘Amarcord del raccolto’, 100% italiana e prodotta con fiori di luppolo freschi, appena raccolti. Disponibile da poco più di una settimana, la birra è stata realizzata utilizzando 120 kg di luppolo fresco della Cooperativa luppoli italiani (con sede a Grattacoppa, nel Ravennate) raccolto l'8 settembre scorso, oltre al malto d’orzo proveniente da agricoltura sostenibile italiana.