Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 lug 2022
24 lug 2022

Vacanze? Occhio ai ladri: condomìni nel mirino

Vademecum della Polizia dedicato a chi va in ferie, per limitare il rischio furti. Vari casi in città in questi giorni, nel mirino una banda di tre persone

24 lug 2022
Con l’inoltrarsi dell’estate si aggrava la piaga dei furti nelle abitazioni
Con l’inoltrarsi dell’estate si aggrava la piaga dei furti nelle abitazioni
Con l’inoltrarsi dell’estate si aggrava la piaga dei furti nelle abitazioni
Con l’inoltrarsi dell’estate si aggrava la piaga dei furti nelle abitazioni
Con l’inoltrarsi dell’estate si aggrava la piaga dei furti nelle abitazioni
Con l’inoltrarsi dell’estate si aggrava la piaga dei furti nelle abitazioni

Durante le ferie estive le abitazioni vuote fanno gola, da sempre, ai ladri. Per questo motivo la Polizia di Stato ha pubblicato sul suo sito (www.poliziadistato.it) un video di un minuto circa dove un agente fornisce consigli utili per lasciare la propria casa in sicurezza. Per esempio vanno scelti con un po’ di inventiva i posti dove nascondere gli oggetti di valore, che vanno poi fotografati. Questo perché, in caso di furto, dopo la denuncia saranno inseriti nella bacheca online, per facilitarne il ritrovamento.

Mentre si è in vacanza, poi, sarebbe cosa buona e giusta avere la disponibilità di un vicino per ritirare la posta e la pubblicità accumulata nella cassetta delle lettere. Bisognerebbe inoltre evitare di lasciare messaggi sui social network che rivelino dove e per quanto tempo si stanno passando le ferie. A questo proposito, in questura non ricordano comunque di aver ricevuto denunce per furto in abitazione frutto della smania di pubblicizzare le proprie vacanze da parte dei forlivesi.

Tra le ultime tendenze notate in questi ultimi giorni da chi lavora sul campo, con le persone appunto in ferie, ci sono furti messi a segno generalmente in condomìni più che in singole abitazioni. Nello specifico, in varie zone della città sono state notate tre persone in azione: un uomo, una donna robusta e una ragazzina, immortalati da qualche telecamera.

Un altro episodio che agli occhi degli investigatori presenta nuove modalità è accaduto a un forlivese che vive in un’abitazione in una zona non isolata della città. L’uomo ha raccontato ai poliziotti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico di essere uscito alle 10 del mattino per andare al centro commerciale. Qui, al momento di parcheggiare, ha notato un’automobile i cui movimenti lo hanno insospettito. Dopo aver fatto la spesa, la vittima è rientrata a casa a mezzogiorno circa e dopo alcune ore l’uomo si è accorto di essere stato derubato. La prima particolarità notata dai poliziotti è che la porta non era stata forzata; dall’appartamento, al termine degli accertamenti, mancavano alcuni oggetti in oro. Le indagini – al momento il fascicolo è a carico di ignoti – hanno evidenziato che il ladro dovrebbe aver scelto la sua vittima nel parcheggio del centro commerciale. Quando l’uomo ha parcheggiato, il malvivente è entrato in macchina, presumibilmente usando un dispositivo in grado di aprire le portiere chiuse col sistema automatico del portachiavi (gli sportelli non sono stati forzati). Qui il ladro ha messo le mani su un secondo mazzo di chiavi che l’uomo incautamente teneva in auto (cosa da evitare: consiglio della polizia), scoprendo l’indirizzo di casa dai documenti del mezzo.

Un’ultima tendenza in tema di furti in abitazione è quello delle donne di servizio e badanti infedeli. Fidarsi è bene? Si sa come dice il detto,

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?