Raggisolaris Faenza 72 Elachem Vigevano 69 FAENZA: Ugolini 11 (24, 25), Petrucci 12 (33, 23), Siberna 14 (15, 35), Poggi 11 (34), Reale 18 (411, 35), Ballabio 6 (22, 02), Morara, Bianchi ne, Vico ne, Ferrari (01), Mezzagatti ne, Cortecchia ne. All. Serra. VIGEVANO: Procacci 6 (35, 01), Gatti 11 (24, 17), Mercante 14 (11, 46), Ferri 10 (34, 14), Peroni 15 (11, 36), Giorgi 11 (57), Rossi 2 (02), Rosa, Tagliavini ne, Spaccasassi ne, Radchenko (01, 01), Kahnt ne. All. Piazza. Arbitri: Grappasonno, Andretta Note - Parziali: 14-25, 33-37, 51-48. Usciti per falli: Morara (F)...

Raggisolaris Faenza

72

Elachem Vigevano

69

FAENZA: Ugolini 11 (24, 25), Petrucci 12 (33, 23), Siberna 14 (15, 35), Poggi 11 (34), Reale 18 (411, 35), Ballabio 6 (22, 02), Morara, Bianchi ne, Vico ne, Ferrari (01), Mezzagatti ne, Cortecchia ne. All. Serra.

VIGEVANO: Procacci 6 (35, 01), Gatti 11 (24, 17), Mercante 14 (11, 46), Ferri 10 (34, 14), Peroni 15 (11, 36), Giorgi 11 (57), Rossi 2 (02), Rosa, Tagliavini ne, Spaccasassi ne, Radchenko (01, 01), Kahnt ne. All. Piazza.

Arbitri: Grappasonno, Andretta

Note - Parziali: 14-25, 33-37, 51-48. Usciti per falli: Morara (F)

Tiri da 2: Fa 1530, Vi 1525 Tiri da 3: Fa 1020, Vi 925 Tiri liberi: Fa 1215, Vi 1218

LIGNANO SABBIADORO (UD)

I Raggisolaris volano in finale grazie a una partita attenta in difesa per tre quarti rimediando a un primo periodo in apnea. Privi di Vico, i romagnoli si impongono 72-69 grazie a una buona gestione delle responsabilità e alla capacità di esprimere un protagonista diverso in ogni fase del match. Brilla il play Reale ma sontuosi anche Petrucci, Siberna e Poggi.

I 21 punti incassati in 8 minuti rappresentano le iniziali difficoltà dei Raggisolaris. Il primo quarto infatti è favorevole ai lombardi, abili a sfruttare i lunghi sotto canestro. Gatti e Giorgi trasformano gli assist di Peroni e Procacci mentre i romagnoli faticano a segnare. Al 8’ l’Elachem è avanti 11-21. Faenza risponde con alcune invenzioni di Poggi e Ballabio ma è Vigevano a fare l’andatura. Capitan Petrucci suona la carica nel secondo periodo. Due triple, le prime dei romagnoli, ricuciono parzialmente ma danno la scossa alla squadra e la difesa a tutto campo manda Vigevano in difficoltà. Poi sale in cattedra Poggi che sprona i compagni alla rimonta. Suo l’assist per il 22-28 di Ugolini. Prima del 20’, Siberna mette i liberi del 33-37.

Tornata in fiducia, Faenza riprende il campo col piglio giusto. La palla circola a meraviglia e Ugolini entra in striscia, innescato da un Reale ispirato, 43-39 al 24’. I 3 falli di Poggi sono l’unico grattacapo, ma Reale è in trance agonostica e trascina i suoi con assist e punti.

Siberna firma il massimo vantaggio, 50-41, ma Vigevano prova a riaprirla con la grinta di Peroni: 4 punti, una difesa e l’assist per una tripla piedi a terra di Mercante infiammano il match, 51-48. Il quarto periodo vive di sorpassi e controsorpassi. Peroni è sempre una spina nel fianco ma dopo il time out di Serra sul 53-55, Siberna regala ai suoi un gioco da 4 punti. La partita è tutt’altro che decisa. Faenza prova a staccarsi ma l’Elachem è sempre incollata e si affaccia lo spettro dei supplementari. Tuttavia, sul 68-68 con una manciata di secondi sul cronometro, i lombardi la combinano grossa regalando una rimessa nelle mani di Petrucci: il capitano non sbaglia e i lombardi non riescono più a ricucire. Per i Raggisolaris è finale: trovano Cividale, che si è imposta 72-66 su Rieti.

Stefano Pece