Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

Bando aperto fino al 15 giugno, con affitti calmierati

Il canone medio mensile andrà da 320 a 440 euro. A disposizione dei futuri inquilini ci sono sia bilocali che trilocali

L’esterno del mega complesso: risanato un ‘buco nero’ in pieno centro storico (Salieri)
L’esterno del mega complesso: risanato un ‘buco nero’ in pieno centro storico (Salieri)
L’esterno del mega complesso: risanato un ‘buco nero’ in pieno centro storico (Salieri)

Cooperativa DiaLogos e Fondazione Abitare sono i due soggetti che gestiranno l’ingresso e la convivenza dei nuovi inquilini di ’Casa Universaal’. Da pochi giorni è stato aperto il bando per la raccolta delle candidature per gli appartamenti in locazione (scadenza 15 giugno, con possibilità di proroga).

Tutte le informazioni circa la compilazione della propria manifestazione d’interesse e dei relativi allegati sono scaricabili dal sito www.casauniversaal.it. In alternativa ci si può presentare allo sportello di Fondazione Abitare di via Dandolo 16, prenotandosi al numero telefonico 388.1928704. Sempre allo sportello sarà possibile consegnare la propria candidatura.

I requisiti richiesti riguardano sia il reddito familiare che dovrà essere inferiore al limite previsto dalla Regione Emilia-Romagna per l’accesso all’edilizia agevolata in locazione a termine, sia la residenza o la sede dell’attività lavorativa nell’ambito del territorio regionale da almeno 3 anni, oltre a possedere, alla stipula del contratto, altri requisiti (ne occorre uno). Tra questi avere la residenza anagrafica o svolgere attività lavorativa esclusiva o principale nel comune di Forlì o in nuovi insediamenti produttivi o di servizio a Forlì. In fase di assegnazione verrà verificata la sostenibilità del canone di locazione rispetto alla situazione economica complessiva del candidato e al numero dei componenti del nucleo familiare, applicando un criterio dell’incidenza del canone sul reddito non superiore al 30%.

"L’impegno del gestore sociale – precisa Patrizio Orlandi, presidente di DiaLogos –, si concretizzerà immediatamente nella collaborazione per la gestione dell’avviso pubblico di selezione degli inquilini che saranno accompagnati, in ogni fase, da personale dedicato. L’accompagnamento degli inquilini proseguirà anche dopo l’insediamento e sarà orientato alla costruzione condivisa di alcuni aspetti significativi della loro vita ’condominiale’, come le regole e le modalità di gestione degli spazi comuni o l’individuazione di dinamiche di buon vicinato".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?