Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Un 25 aprile nel nome dei ragazzi

Piazza Saffi gremita di giovani. Premiazione concorsi, poi il riconoscimento a una bimba ucraina e la sua classe

Piazza Saffi gremita rende bene l’idea, al di là delle parole, di quanto Forlì abbia vissuto con partecipazione la festa della Liberazione dal nazi-fascismo. "Buon 25 aprile cari ragazzi e care ragazze. A voi, che siete la speranza e il futuro di questo Paese, consegniamo i valori della libertà, della democrazia e della pace nel ricordo di chi, con grande coraggio e spirito di sacrificio, ha combattuto per la ricostruzione dell’Italia unita contro ogni violenza e forza di oppressione", è la sintesi del messaggio che il sindaco Gian Luca Zattini ha rivolto agli studenti delle scuole presenti ieri mattina in piazza per le celebrazioni. Già, gli studenti, veri protagonisti della giornata.

Sono stati premiati i vincitori dei concorsi indetti in occasione del 25 aprile e un riconoscimento particolare è stato consegnato a una bambina ucraina per conto della sua classe. A vincere la sezione manifesti è stata Martina Miti, della classe quarta B, del liceo artistico musicale ’Canova’. I concorsi di quest’anno erano dedicati, in particolare, al partigiano Sergio Giammarchi, morto a 96 anni il 26 novembre 2021. Per conoscere i particolari di una persona dedicatasi all’impegno sociale (a rischio della sua stessa vita), si può partecipare all’incontro in programma questa sera alle 20.45 al centro sociale in via Sillaro 42. Qui sarà presentato il libro dedicato a Giammarchi, dal titolo ’Una storia partigiana’. La presentazione sarà a cura di Giuseppe Bertolini. Insieme a lui interverranno Elisa Massa (consigliera comunale del Pd) e lo storico Gabriele Zelli. Ingresso libero, con obbligo di mascherina. Organizza Cava Forevere group.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?